Chiesa dell’Annunziata

Sita nella via omonima, la Chiesa dell’Annunziata risale al XIII secolo. Viene citata nella visita pastorale di Mons. Giovanni Michele Saraceno del 1543. Presso la porzione Nord-Est dell’edificio è posta un’absidiola con monofora centrale, archetti pensili in puro stile romanico e due finestrelle strombate. L’entrata è decorata da un portale in pietra a sesto acuto, recante una stella con braccia lanceolate inscritta in un cerchio nella chiave di volta. L’arco poggia su capitelli a mensola decorati con motivi vegetali lavorati con trapano medievale risalente al Trecento. Sull’altare veniva adorata una rappresentazione dell’Annunciazione, un dipinto su legno con cornice lavorata, oggi conservata presso il Museo Diocesano. I locali sottostanti erano adibiti ad ospedale dei pellegrini.

Palazzo Gala